Philip Roth • Pastorale Americana

719B4rKL58L

 ”Pastorale Americana”, ovvero: come ti distruggo l’American Dream. Forse il libro che mi è stato più consigliato in assoluto, è un’opera completa e portentosa.

 Nathan Zuckerman, alter ego di Roth, racconta la storia del suo vecchio compagno di scuola Seymour Levov, detto lo Svedese: bello, biondo, occhi azzurri, ebreo ben integrato, campione di football, asso del basket e del baseball, figlio di un imprenditore del New Jersey, titolare di una fiorente industria di guanti in pelle per signora. Lo Svedese sposa Dawn, ex Miss New Jersey, e mette così la ciliegina su una vita perfetta, la vita di chi “non potrebbe chiedere di meglio”.

“Lo Svedese. Negli anni della guerra, quando ero ancora alle elementari, questo era un nome magico nel nostro quartiere di Newark, anche per gli adulti della generazione successiva a quella del vecchio ghetto cittadino di Prince Street che non erano ancora così perfettamente americanizzati da restare a bocca aperta davanti alla bravura di un atleta del liceo”.

 La serenità famigliare viene sconvolta dalla figlia Merry, problematica fin da piccola, che incarna lo spirito rivoluzionario del Sessantotto, il salto alla successiva generazione che si scaglia contro Nixon e la guerra in Vietnam.

 La rabbia repressa, la follia di Merry vengono strumentalizzate e sfociano in un attacco terroristico in cui rimane uccisa una persona. Si crea quindi una frattura nella vita perfetta dello Svedese: la disperata ricerca della figlia, datasi alla macchia, i tentativi di salvare le apparenze – di salvare se stessi agli occhi di chi lo vede ormai come il padre di un’assassina.

La mia edizione
Giulio Einaudi Editore, Einaudi Super ET
Traduzione di Vincenzo Mantovani
2005, (1ª ediz. 1997), pp. 458
ISBN 9788806174118

Voto
★★★★☆


Opinioni.

 Non a caso si tratta del Pulitzer 1997. È un libro austero, lineare, e la scrittura di Roth è precisa e affilata. È un libro su una famiglia che brucia, con l’energia necessaria a far bruciare, in realtà, tutto un continente. Il luminoso successo in cui vive lo Svedese non è che un miraggio: basta un fiammifero perché venga incenerito. E lo Svedese stesso cerca disperatamente di tenere insieme i pezzi.

“Sì, si era aperta una breccia nel loro fortilizio, persino nella sicura Old Rimrock, e ora che si era aperta non si sarebbe più chiusa. Non si riprenderanno mai. Tutto è contro di loro, tutto ciò e tutti coloro che non apprezzano la loro vita. […] Ma cos’ha la loro vita che non va? Cosa diavolo c’è di meno riprovevole della vita dei Levov?”.

 Pastorale Americana è un libro che ti cambia qualcosa, dentro, a livello umano. Come ogni romanzo che si rispetti non spiega, ma racconta e basta. La brutale conclusione lascia in bocca un sapore dolceamaro che sa di sconfitta e spossatezza, quella che avvertiamo quando combattiamo contro le inevitabilità della vita.

 Le domande esistenziali dello Svedese cui Roth dà voce sono quelle che ci siamo posti tutti quanti, almeno una volta. Oltre a una narrazione indimenticabile, in questo romanzo si trova un’attualissima analisi dell’America, che non si lascia sfuggire le pieghe, gli anfratti, i vicoli oscuri, le case borghesi, le stanche ritualità sociali, le passioni incomprensibili, il lato oscuro. Soprattutto il lato oscuro, del singolo e della vita.

“Cosa poteva dire, ancora, un uomo ragionevole? Se, dopo essere stato distrutto e portato una volta di più quasi alle lacrime da ciò che aveva appena sentito dire con tanta naturalezza […], un uomo poteva continuare a essere ragionevole, cosa poteva dire ancora? Cosa dice un padre ragionevole e responsabile se riesce ancora a sentirsi intatto come padre?”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.